La nuda verità: i cosmetici solidi

Pensa a quanto packaging utilizzi ogni giorno: il caffè mattutino nel bicchierino di plastica, le verdure confezionate in incarti usa e getta o le posate di plastica che accompagnano il tuo pranzo.

La lista si va allungando, ma cosa succederebbe se riuscissimo a ridurre almeno un po’ la quantità di packaging che utilizziamo ogni giorno? Bene, con l’evoluzione dei cosmetici nudi, forse è possibile. Con il possibile scenario di un oceano di plastica che ci viene continuamente proposto in TV, (infatti, si stima che entro il 2050 negli oceani ci sarà più plastica che pesci), ci sono un sacco di motivi per adottare uno stile di vita plastic-free, a partire dalla routine in bagno. Il co-fondatore Mark Constantine afferma: «Il packaging è spazzatura e per troppo tempo abbiamo dovuto soffrire perché è in quantità davvero eccessiva. Ora che è evidente quello che dobbiamo pagare sia in termini economici che ambientali, i clienti stanno chiedendo a gran voce a produttori e rivenditori a darci un taglio».

Proprio in quest’ottica, ecco cinque cose fantastiche che forse non sai sui nostri prodotti nudi.

In realtà è da un bel po’ che ci impegniamo a creare prodotti nudi!

«Ho iniziato a creare prodotti nudi quasi senza volerlo», dice la co-fondatrice e product inventor Mo Constantine, «e da quel momento ho continuato a seguire quella strada. La mia prima invenzione è stato il panetto di shampoo solido alla fine degli anni ‘80. Da quel momento, abbiamo portato quell’idea molto più in là».

Dagli shampoo solidi fino alle bombe da bagno e ai saponi, il nudo per Lush non è certo una novità. Ma nel periodo in cui l’inquinamento da plastica è un problema in costante crescita, ha sempre più senso spingersi oltre ed espandere i confini ancora più in là.

Circa il 60% dei prodotti che trovi tutto l’anno è nudo: stiamo parlando degli shampoo solidi, fantastici per seguirti in ogni viaggio! Ogni panetto equivale a tre flaconi da 250g l’uno della versione liquida; e poi ci sono gli henné, che dopo l’applicazione lasciano i capelli lucenti avvolgendoli al tempo stesso in uno strato protettivo di burro di cacao. Dimentica il bagnoschiuma in versione liquida, prova piuttosto le bombe da bagno che fanno schiuma, frizzano e rinfrescano la pelle, oppure gli spumanti da bagno che riempiono la vasca di nuvole di bollicine, o gli oli da bagno per una pelle morbida e setosa. A che servono gli oli da massaggio in bottiglia quando puoi usare quelli in versione nuda e solida? Hanno una base di burro di cacao ammorbidente contengono tanti ingredienti ricchi di benefici, come i fagioli azuki per stimolare e scaldare i muscoli e l’olio essenziale di lavanda per equilibrare corpo e spirito.

Passare al nudo costa meno, ciò significa che è possibile spendere più soldi in splendidi ingredienti piuttosto che in confezioni.

Potrebbe sorprenderti sapere che circa il 40-50% del prezzo di un prodotto dipende dal packaging, ma è proprio così. «Eliminare la confezione ci dà la possibilità di utilizzare molti fantastici ingredienti in più». Parola di Daniel.«Avere a disposizione più fondi da investire in ingredienti fa davvero la differenza», aggiunge Mo. «Il risultato finale? Un ottimo prezzo, un miglior contenuto e niente rifiuti: insomma, è un sistema che funziona incredibilmente bene. Questa è la strada da percorrere».

Anche i regali passano al nudo

Anche i gift designer sono sempre alla ricerca di nuovi modi per ridurre il packaging, e dunque la spazzatura, realizzando al tempo stesso strepitose collezioni di confezioni regalo. Così commenta Suzie Hackney, direttrice creativa, responsabile gift design e inventor: «Cerchiamo sempre di ridurre la quantità di rifiuti o di riutilizzare le confezioni - per non parlare dei knot wrap ricavati da plastica PET riciclata o vintage. Quest’anno abbiamo realizzato contenitori per bombe da bagno in cellulosa che possono poi essere avvolti in un knot wrap».

Sono stati introdotti i contenitori in cellulosa per offrire ai clienti la possibilità di comporre il proprio regalo per poi avvolgerlo con un knot wrap riutilizzabile di sua scelta. «Stiamo offrendo ai nostri clienti tantissime idee e possibilità per comporre regali personalizzati, è davvero qualcosa di fantastico!», dice Suzie. Questo significa inoltre che il cliente non deve neppure preoccuparsi di perdere tempo a incartare i regali. 

Le innovazioni nude possono solo continuare a migliorare!

Secondo gli inventori di prodotto, il nudo non conosce confini. Sono intenzionati a continuare a ridurre il packaging e pensare fuori dagli schemi, o dai vasetti se preferisci. Mo dichiara: «Si tratta di unicità, qualità degli ingredienti, etica e riduzione del packaging. Sulla base di questi valori, la nostra nuova collezione va verso una crescita vertiginosa».

Curioso si sapere quali strabilianti novità sono capaci di sfoderare gli inventor? «I prodotti nudi non sono solo nella collezione di Natale», spiega Jack Constantine, product inventor e digital director. «lavoriamo sempre a prodotti davvero innovativi. Quindi, chi può dire come sarà il futuro?».

Facci sapere cosa ne pensi e resta in contatto con il nostro Servizio Clienti al numero 02.55303036 o via mail scrivendo a [email protected]. Le tue opinioni sono preziose, perché ci danno l’energia giusta per lo sviluppo di nuovi prodotti nudi!

Homepage - La nuda verità: i cosmetici solidi

Copyright © 1995–2022 Lush Retail Ltd.